Adrenalina pura, rafting sul fiume Noce

Ecco il nostro racconto di questa esperienza unica in val di Sole 

Prendi un gruppo di amici, una giornata di solleone e tanta voglia di un’esperienza unica . Abbiamo provato il rafting sul fiume Noce, uno dei migliori al mondo per praticare questo tipo di disciplina. Ci siamo appoggiati al Rafting Center Val di Sole, a Dimaro, un centro specializzato in sport “estremi”, come il canyoning o l’hydrospeed. A mezzogiorno in punto siamo arrivati al centro, pronti per tuffarci in questa nuova avventura.

Esperienza Rafting in Val di Sole

LA PREPARAZIONE

Costume da bagno, scarpe da ginnastica e bella musica che accompagna la fase di vestizione. Muta intera, caschetto e giubbotto salvagente: ecco abbiamo tutto l’occorrente per entrare in acqua. Prima però le “istruzioni per l’uso”, ovvero come salire sul gommone, come tenere la pagaia e la posizione di sicurezza in caso si cada in acqua, cosa che potrebbe succedere se non ci si tiene alle corde presenti sull’imbarcazione!!

Esperienza Rafting in Val di Sole

TUTTI IN GOMMONE

Gommone in acqua e tutti a bordo. IL nostro accompagnatore si chiama Guido, ed è un simpatico argentino. Inizia la nostra navigazione tra 15 km di rapide adrenaliniche alternate ad altre più tranquille, circondate da un panorama mozzafiato. La prima parte del percorso è più facile, si passa tra i paesi della Val di Sole, tra i meleti, a lato si può ammirare Castel Caldes. Alle nostre spalle le alte vette, la Presanella, a destra le Dolomiti di Brenta, a sinistra il Gruppo dell’Ortles Cevedale, dal quale nasce proprio il fiume Noce. “Due avanti” urla Guido. Noi pagaiamo e affrontiamo una rapida impegnativa, ma veramente emozionate. Schizzi d’acqua in faccia, il gommone sale e scende, poi sbatte contro un sasso, ci giriamo su noi stessi e poi di nuovo un altro salto. Rapida finita e allora “festa”: tutti assieme alziamo le pagaie al cielo.

Esperienza Rafting in Val di Sole

GAME OVER

Ad un certo punto ci fermiamo, parcheggiamo il gommone. Dobbiamo tuffarci da una roccia. L’acqua è fredda, la corrente forte. Ci lanciamo tutti e poi nuotiamo velocissimi per riuscire a raggiungere la riva. Dopo circa un’ora e mezza di navigazione, siamo tutti esausti. Ma non è finita. Un, due e tre, alziamo il gommone e lo riportiamo sulla terra ferma. Al rientro, una buona pizza e una birra fresca non ce la nega nessuno. La giusta ricompensa dopo questa giornata top!