Le aree protette del Trentino 

Tutte le novità per la stagione estiva 

ESTATE 2020 - I Parchi del Trentino sono aree protette di grandi dimensioni: ettari ed ettari di boschi, prati, pascoli, laghi, altopiani rocciosi, ghiacciai, cime dolomitiche. Dai luoghi più frequentati agli angoli meno battuti, i Parchi offrono dunque ambienti naturali di pregio, sicuri e soprattutto rigeneranti.

Visitare un Parco da soli o con la propria famiglia, significa godere della natura in una dimensione privata ed intima. Ma soprattutto vuol dire partire quando si vuole e seguire il proprio ritmo.

Per quest’estate sono state messe in campo delle iniziative davvero speciali, che renderanno l’esperienza in Parchi e Reti di Riserve ancora più interessante, con il vantaggio di poter scegliere in autonomia come e quando viverla.
Sono esperienze dedicate al benessere, in collaborazione con strutture termali ed esperti, con l’obiettivo di soddisfare quel bisogno di natura e di recupero psicofisico, in questa estate davvero particolare. 


Andiamo a scoprire tutte le attività.  

#1

I SENTIERI NARRANTI

Quest’estate il Parco nazionale dello Stelvio ti offre la possibilità camminare in autonomia, ma assistito da dei “tutor” presenti durante tutta la giornata: lungo il sentiero, dopo ogni tratto di cammino, incontrerai un operatore del Parco che potrà darti delle informazioni, consigliarti sui possibili itinerari e rispondere alle tante curiosità.

#2

ORIENTEERING PARK

La Val Canali è uno dei “luoghi del cuore” del Parco Paneveggio Pale di San Martino, territorio ricco di contesti di alto pregio ambientale e paesaggistico, con le vette dolomitiche delle Pale a fare da sfondo. Il Parco ti propone di visitare la Val Canali orientandoti con un’apposita cartina topografica e percorrendo gli itinerari permanenti dell’Orienteering Park: di diversa lunghezza e difficoltà.

#3

CINEMA SOLARE SILENZIOSO

Per la prima volta in Italia, potai assistere a sette serate speciali nel Parco Naturale Adamello Brenta, con proiezioni cinematografiche silenziose, ad impatto zero per l'ambiente e la natura. La proiezione è infatti alimentata da un impianto fotovoltaico ed è insonorizzata grazie all'utilizzo di cuffie per non disturbare gli animali.

#4

GEOCACHING

Un’evoluzione tecnologica della classica caccia al tesoro, in cui potrai partecipare usando un’app sullo smartphone per trovare dei punti. Si accede attraverso la app del Parco Fluviale della Sarca, scaricabile gratuitamente. 
Un gioco esperienziale e coinvolgente per visitare alcuni dei luoghi più belli del Parco. Potrai vincere dei premi da ritirare presso le aziende agricole locali.

#5

SENTIERO DEL LARGA’

Secondo evidenze scientifiche, i boschi di conifere hanno effetti preventivi e terapeutici sull'uomo.
Nella Rete di Riserve Val di Cembra - Avisio, un sentiero porta alla scoperta della lariceta dei Piani, nel territorio di Valda. Lungo il percorso sono collocati pannelli didattici che descrivono il bosco, l'albero del larice e la sua preziosa resina, il "largà". 

 

Pubblicato il 08/06/2020