Natale in baita

In Trentino la più bella festa dell'anno diventa un'emozione unica

Le baite e i masi, in legno e muratura, custodiscono le tradizioni e la calda umanità delle genti che da secoli vivono sulle Alpi. Restaurate e impreziosite dei comfort necessari, sempre rispettando l’incantato che le circonda, sono i luoghi dove le festività natalizie riacquistano il loro sapore più vero.

Baita Mandrett e l'attigua, ma indipendente, Baita Spilech, sono a Centa San Nicolò, sull'incantevole Altopiano della Vigolana, in una conca prativa non lontana dalle piste di Folgaria-Lavarone, Panarotta e Bondone. Sono costruite in larice, abete e sassi: rifugi ideali per il corpo e l'anima. Il vicino paese offre i principali servizi, mentre a 15 minuti c'è Caldonazzo, sull'omonimo lago. Nei dintorni, i vecchi mulini sul torrente Centa, le cascate del Vallimpach, i forti della prima guerra mondiale.

Mas de la Bolp è nella magnifica Valle di Valorz laterale della Val di Rabbi, un anfiteatro di cascate e larici. In tipico stile alpino e dotata di ogni comfort, d'inverno si ritrova in uno scenario magico, vicino anche ai nuovi impianti di Daolasa-Val Mastellina e alla skiarea di Folgarida-Marilleva-Madonna di Campiglio.
La Baita al Lago dei Caprioli è un delizioso masetto in alta Val di Sole. Pellizzano con tutti i principali servizi è nei pressi. Punto di partenza ideale per passeggiate con le ciaspole, a meno di 10 km dalle piste di Folgarida - Marilleva e del Tonale.