3 itinerari slow per dare valore al proprio tempo

Storia, spiritualità e voglia di esplorare: lo slow travel passa dal Trentino

Che sia un pellegrinaggio, un percorso naturalistico o un itinerario storico, in Trentino i percorsi da fare a piedi sono tanti e tante sono le occasioni per scoprire e conoscere più a fondo la sua storia e la sua cultura. Eccone tre, per un break primaverile da vivere in modalità "green": indossa gli scarponi, zaino in spalla, e ripercorri antichi sentieri, dove ogni scorcio racconta una storia. Sarà un’esperienza profonda, da fare a passo lento, per gustare appieno quel patrimonio diffuso fatto di arte, buon cibo, spiritualità e paesaggi meravigliosi. 

Via Imperiale - Altopiano della Paganella

La Via Imperiale è un antico tracciato di origine romana lungo 18 chilometri, che dalla Val di Non arriva in Paganella. Per secoli ha rappresentato un asse di collegamento con la Via Francigena. Oggi la si può ripercorrere a passo lento per scoprire la bellezza delle piccole comunità montane.

Sentiero della Pace

Sono ben 520 i chilometri, percorribili anche in 7 tappe, che collegano il Passo del Tonale alla Marmolada. Questo tracciato, riunisce luoghi di grande valore naturalistico e storico. Affronterai salite e discese che toccano ambienti tra loro molto diversi passando dalle nevi perenni dei ghiacciai al mite paesaggio del Garda.

Sentiero San Vili 

Il cammino, diviso in 6 tappe per un totale di 100 chilometri, ricalca il percorso seguito dal santo patrono San Vigilio che nella sua opera di evangelizzazione per primo affrontò i sentieri di montagna. Indossa il tuo zaino da trekking, allaccia gli scarponi e parti alla ricerca di bellezze storiche e naturalistiche da fotografare!