Vacanze sicure in Trentino: gli impianti di risalita

Sono 227 gli impianti attivi in Trentino che anno dopo anno portano in quota sciatori ed escursionisti attratti dalla natura e dalla neve del Trentino. Per contrastare l’emergenza dovuta al Covid-19, abbiamo lavorato intensamente per elaborare delle misure di gestione in sicurezza di questi servizi tanto utili e per permetterne la fruizione in massima tranquillità e nel rispetto della salute di tutti.

Una delle disposizioni che più hanno condizionato la riorganizzazione della partenza della stagione invernale è stata l’importante misura di garantire le distanze di sicurezza fra le persone. Per contrastare la formazione di code e per garantire maggiore tranquillità negli spostamenti e nei flussi, gli accessi ai singoli comprensori sciistici verrà contingentato, fissando un tetto massimo per gli accessi skipass della giornata, incentivando la prenotazione e l'acquisto anticipato.
Per questo motivo il settore neve si è riorganizzato velocemente, investendo ed incentivando la vendita online degli skipass, sia attraverso i propri canali, che in associazione con le strutture ricettive e con le Aziende di promozione Turistica del nostro territorio.

⇒ Consulta sempre i siti delle società impianti e delle skiarea del Trentino per conoscere novità e aggiornamenti.



Come ci prendiamo cura di te

Garantire e mantenere le distanze di sicurezza di almeno 1 metro è la regola fondamentale attorno alla quale sono stati riorganizzati accessi e servizi sulle piste. Questa misura dovrà essere sempre rispettata, soprattutto nei punti strategici come parcheggi, casse, avvicinamenti, ma anche sugli impianti, sulle piste e pure nell’usufruire dei servizi accessori. Per questo il sistema Trentino ha adottato protocolli puntuali e condiviso strategie funzionali al rispetto di questa regola imprescindibile, creando percorsi che troverai evidenziati e formando il personale, sempre pronto e disponibile a darti le informazioni necessarie.

La distanza di sicurezza dovrà essere mantenuta sempre, anche tra congiunti e familiari, a meno che non ci sia l’esigenza di accompagnare un bambino (altezza massima di 125 cm) o una persona con comprovate difficoltà.

Oltre alla distanza di sicurezza, ti chiediamo di indossare sempre la mascherina chirurgica di protezione, in ogni spostamento. Potrai collocarla anche sotto eventuali sciarpe o scaldacollo, per migliorare la praticità.

Per agevolare la gestione dei flussi, è previsto che vengano contingentati gli accessi fino ad un massimo del 30% degli sciatori ammessi nei comprensori più grandi, e fino al 50% per quei comprensori che contano al massimo con 2 impianti di risalita. Queste percentuali sono calcolate sulla portata oraria massima di tutti gli impianti aperti del comprensorio e gli ingressi sono calcolati fra skipass giornalieri, plurigiornalieri, settimanali e stagionali. Le portate degli impianti rispettano invece i seguenti criteri:

Le portate degli impianti rispettano invece i seguenti criteri:

  • Funivie e cabinovie: portata massima del 50% con obbligo di indossare la mascherina chirurgica. I finestrini rimarranno aperti per garantire un maggiore ricambio dell’aria (in alternativa verranno adottati sistemi di areazione forzata)

  • Seggiovie, sciovie e tappeti mobili: portata massima del 100% con uso obbligatorio della mascherina chirurgica. Nel caso vengano abbassate le cupole paravento delle seggiovie, la portata verrà ridotta al 50%. Per i tappeti mobili la distanza minima è di 2 metri. 

Ti consigliamo quindi di acquistare o prenotare il tuo skipass in anticipo, consultando i siti delle skiarea, contattando gli uffici di promozione turistica o chiedendo un supporto alla struttura dove hai deciso di alloggiare.

La sanificazione giornaliera degli impianti e la regolamentazione dei flussi, come indicato dai cartelli che troverai esposti nelle stazioni di partenza, contribuiranno a mantenere l’ambiente più sicuro e fruibile per tutti. 

Ti ricordiamo che in tutti gli ambienti al chiuso, così come nelle fasi di imbarco, anche se all’aperto, non è possibile consumare cibi e bevande né fumare.

Anche l’accesso ai luoghi di ristoro segue modalità sicure e contingentate, per ridurre i rischi, incentivando la prenotazione anticipata, rafforzando il servizio sugli spazi esterni e limitando il momento dell’apres ski in modalità “seduti e serviti”. Puoi approfondire i dettagli leggendo questa guida dedicata.

Per ottimizzare la complessa organizzazione, i nostri impianti hanno adottato modalità smart per prevenire la formazione di assembramenti in quei luoghi, come le casse, dove è più facile che si creino, trovando organizzazioni logistiche e tecnologiche finalizzate a decongestionare le code e a ridurre le attese. In particolare i grandi consorzi sciistici hanno rinnovato le sezioni dei loro webshop integrando le offerte e ampliando le possibilità di acquisto e di ritiro, con soluzioni  diversificate sul territorio grazie alla collaborazione delle strutture ricettive, delle aziende per il turismo e della tecnologia. Oltre a ciò, hanno valorizzato la propria offerta con allettanti promozioni e policy di rimborso.

Oltre alla vendita online, applicativi dedicati alla gestione dei flussi, che sfruttano il concetto della coda virtuale, sono messi a disposizione di tutti coloro che vorranno sciare senza rinunciare alla tranquillità del distanziamento sociale. Puoi approfondire queste misure leggendo questi articoli dedicati alle novità promosse da Dolomiti Superski e Skirama e potrai sempre rivolgerti al personale di servizio per ogni dubbio o necessità.



Ricorda

  • Se presenti sintomi non recarti sulle piste.
  • Non è consentito l’accesso con temperatura corporea di 37,5 °C o superiore. Potrebbe esserti richiesto di sottoporti alla misurazione.
  • Mantieni sempre la distanza di sicurezza di almeno 1 metro.
  • È obbligatorio indossare sempre mascherina durante tutti gli spostamenti.
  • Utilizza il gel igienizzante messo a disposizione nelle stazioni, utilizza i guanti come protezione e lavati le mani quando ne hai la possibilità.
  • Se hai qualche dubbio, chiedi al personale di servizio o contatta l’ufficio di promozione turistica più vicino a te per saperne di più.
  • Ti ricordiamo inoltre che mai come in questo momento è necessario osservare prudenza sulle piste, limitando la velocità e azioni che possono causare incidenti evitabili.
     

1500 Numero Emergenza Covid nazionale
112 Numero unico per le emergenze di altro genere

Pubblicato il 11/02/2021