Vacanze Sicure in Trentino: come ci prendiamo cura di te

Il Trentino è aperto e pronto ad accoglierti.

Nelle nostre guide puoi scoprire tutte le misure adottate dai nostri operatori e fornitori di servizi turistici per tutelare te e i tuoi cari

Quanti tipi di miele conosci?

La nostra visita all’azienda Mieli Thun, in Val di Non

Andrea Paternoster è quel che si dice un personaggio. Vive in un mondo di fiori e verdi campagne dove regna la quiete, interrotta solo dal ronzio delle sue api. La sua vita però non è affatto quieta. È alacremente laboriosa, proprio come quella delle sue amiche alate.

Gli occhi attenti e vivacissimi, Andrea ha la grande capacità di trasmettere con le parole la magia che è il miele, la sua passione del fare e di esplorare sempre luoghi diversi, puri, dove produrre nuove varietà.

Siamo stati a trovarlo la scorsa primavera, e ci ha fatto vivere un’esperienza memorabile: la visita della sua apicoltura in Val di Non, seguita da una degustazione di mieli e idromele.

In Val di Non per scoprire api e miele

Un  affascinante viaggio nel mondo delle api

I segreti dell'impollinazione

Difficile dire quale sia la parte migliore della visita, perché tutto è davvero di prim’ordine e incredibilmente interessante. Il gruppo dei visitatori è quasi ipnotizzato dal padrone di casa, che con le sue parole ti fa immergere nel mondo delle api, e non solo. È un viaggio nei meccanismi più intimi della natura, nel concetto di simbiosi fra le api e le piante, per scoprire uno dei segreti della vita stessa, l’impollinazione.

Eppure Andrea spiega tutto con naturalezza. Parla di mieli nomadi e di varietà monoflora, di associazioni floristiche e altitudini, senza la pedanteria del professore, ma con l’energia di chi fa del lavoro la propria passione.

In Val di Non per scoprire api e miele

L'alveare non è solo la casa delle api, ma un microcosmo

La visita alle arnie

Emozioni forti quando si va a vedere da vicino le arnie. Divertente il momento della vestizione, con le tute e le maschere da apicoltore. Non so se lo sai, ma il color giallo scelto per le tute non è casuale. Pare che tenga più tranquille le api!

Finalmente vediamo Andrea al lavoro con le sue fantastiche “pet bees”, le api di casa, come le chiama lui.
Ci avviciniamo alle arnie, facendo attenzione a non fare movimenti bruschi. Guardiamo Andrea mentre le apre, ci mostra il miele e la cera, per poi infilare con nonchalance le mani fra nugoli di api, in cerca dell’ape regina.

Andrea ci spiega come le singole api siano un tutt’uno con l’alveare, e come l’alveare sia la vera unità vitale e non le singole api o il loro ruolo. Per gli esseri umani è decisamente un momento di meditazione, oltre che di stupore.

Valle di Non, Vigo di Ton, Castel Thun, panorama

Il momento della degustazione

Dopo aver provato una colazione trentina, a base di pane casereccio, olio del Garda e miele (gustosissimo e facile da proporre anche a casa!), la visita prosegue con una degustazione di tre mieli diversi: erica, melo e tiglio. Andrea ce ne fa apprezzare le caratteristiche gustative ed olfattive, e ci spiega come si può utilizzare il miele non solo come dolcificante nelle bevande o nei dolci, ma in tante altre occasioni in cucina.

La degustazione si conclude con un assaggio di idromiele: la più antica bevanda alcolica prodotta dall'uomo. Per ottenerla basta unire acqua e miele ed aspettare con pazienza che inizi la fermentazione e gli zuccheri si trasformino in alcool. Il risultato è una bevanda unica, di spiccata acidità, secca e che ricorda l’aroma del miele.

Il negozio stesso è una gioia per gli occhi. È qui che Andrea mette in bella mostra la sua tavolozza, la sua “mielicromia” che racconta tutte le sfumature del miele. Non potevamo andar via senza aver prima acquistato qualcosa: barattoli di miele, conserve a base di miele, polline e idromiele. Tutti confezionato con cura e gusto, perfetti da portare a casa o per fare un dolce regalo a chi si vuol bene.

Il mondo dei Mieli Thun

Il mondo dei Mieli Thun

Entra
Pubblicato il 02/10/2020