L'incredibile "cratere" di Cadino Alto

Mountain tour • Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, Valle dell'Adige

Print
GPX
Mountain tour

L'incredibile "cratere" di Cadino Alto

Mountain tour • Trento, Monte Bondone, Adige Valley
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
  • L'incredibile
    / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
    Photo: Alessandro Ghezzer, VisitTrentino
Map / L'incredibile "cratere" di Cadino Alto
200 400 600 800 1000 m km 1 2 3 4 5 5,9 km Länge
Weather

La curiosità naturalistica sopra la Piana Rotaliana
easy
5.8 km
2:30 h
263 m
865 m
all details
outdooractive.com User
Author
VisitTrentino
Updated: 2016-02-08

Difficulty easy
Stamina
Experience
Landscape
Altitude
817 m
216 m
Best time of year
Jan
Feb
Mar
Apr
May
Jun
Jul
Aug
Sep
Oct
Nov
Dec


Tips, hints and links

Start

Cadino (817 m)
Coordinates:
Geogr. 46.206909 N 11.181470 E
UTM 32T 668283 5119350

Destination

Cadino

Turn-by-turn directions

Si abbandona quasi subito la strada forestale per inoltrarsi in un valloncello con un rio, quindi si percorre l' antico sentiero segnato n 1 sulle carte, che si dirige verso il Maso Malerhoferhof . Si percorre un tratto del famoso Dürerweg , il sentiero intitolato ad Albrecht Dürer, il famoso artista tedesco che, come altri viandanti dell'epoca che viaggiavano per la val d'Adige, era costretto a superare il tratto alluvionato nella zona di S. Michele alzandosi in quota per raggiungere il Passo Sauch , e quindi ridiscendere nuovamente a valle. Anticamente infatti, le acque impetuose del torrente Noce , dopo aver attraversato la Piana Rotaliana, si gettavano impetuosamente nel fiume Adige nei pressi dell'attuale ponte di S. Michele, provocando il riflusso verso nord del grande fiume che esondava allagando il fondovalle fino a Salorno ed Egna. L'unico modo per passare era prendere i sentieri in quoa che risalivano i Monti di Cembra . Il nostro percorso prosegue duqnue traversando rapidamente la Val Fredda per prendere una bella stradella che sale con pendenze modeste tra boschi e radure. Si arriva dunque facilmente al Passo Sauch m 946 , dove c'è anche l' omonimo rifugio in una bella radura erbosa. Poco più avanti sulle colline incontriamo il noto Roccolo Mosaner , autentico monumento vegetale che un tempo era utilizzato per catturare gli uccelli di passo.

Dal Roccolo Mosaner si raggiunge in breve il Passo della Craccola a quota 1000 m . Si prosegue per il sentiero 409 che diventa strada forestale che inizia a scendere. Attenzione al bivio a 830 metri di quota nei pressi di un casolare (Baita Fontana), dove si abbandona la strada forestale per seguire una stradella nel bosco che prende direzione nord ovest, f ino a intercettare la strada bianca verso il Dosson m 740. La si percorre per circa 2 km (si incontra l'arrivo del sentiero che sale dalla Ferrata del Rio Secco) fino ad un tunnel sbarrato da una pesante cancellata , con tanto di citofono e telecamera: è l'ingresso scavato nella roccia che il proprietario del terreno ha fatto costruire a sue spese per poter accedere all'interno del cratere. Sembra vagamente l'accesso a Xanadu di Mandrake :) Ma chi mai può abitare un posto simile? Un misantropo? Un eremita? Un ciclope? Non lo sappiamo, non ci sono notizie certe. Nei pressi dell'ingresso del tunnel c'è un sentierino che permette di salire sopra le rocce che sovrastano la galleria. Il colpo d'occhio è sbalorditivo: si arriva proprio sul ciglio della colossale depressione , circondata da alte e inaccessibili pareti rocciose. Solo verso nord, dal versante franato, si apre un sorprendente squarcio panoramico sulla Val d'Adige . Il fondo del cratere, in gran parte pianeggiante, è coperto da una fitta e rigogliosa vegetazione. Qua e là si scorgono, in lontananza, alcuni appezzamenti coltivati a vigna e due sperduti casolari, apparentemente abbandonati. Per entrare nel cratere si ritorna dunque indietro e, dai pressi del tunnel, si prende il sentiero 408 che aggira il Dosson a nord, con bei panorami verso la Val d'Adige e la Piana Rotaliana . Si percorre un traversone lungo una cengia quindi il sentiero cala progressivamente fino ad entrare finalmente sul fianco del cratere . Giunti sul fondo, si attraversa una specie di giungla primordiale, con la boscaglia invasa da "liane" e piante rampicanti ovunque. Si arriva quindi ad una bellissima radura dove c'è una vecchia casa circondata da grandi alberi, letteralmente invasa e anzi "mangiata" dalla vegetazione. Chissà che cos'era in origine, forse un rifugio per viandanti, o una casa colonica ... Sulla facciata ci sono tracce di affreschi, purtroppo cancellati dal tempo. Intorno maestosi alberi di fico, pero, noce e alcuni grandi castagni. I due casolari che si vedevano da lontano sono in realtà due fabbricati abbastanza brutti, coi dintorni pieni di rottami edili e attrezzi agricoli ammassati alla bell'e meglio. Non c'è nessuno in giro, anche se è evidente che qualcuno cura le vigne con regolarità. In una radura poco distante, affiancata da un vigneto, c'è una dimessa villetta anni '60. In fondo al cratere si respira un'atmosfera strana, l'incanto di un luogo così isolato, selvaggio e sperduto. Ora inizia la discesa verso il fondovalle: si imbocca il sentiero nei pressi della villetta , che è ben tracciato, e si cala rapidamente di quota per un costone disagevole con larghi zig zag, fino al margine di alcuni vigneti sul fondovalle della Val d'Adige , che si costeggiano fino alla strada statale e al parcheggio della pista ciclabile, dove abbiamo la macchina. La nostra traversata-avventura è conclusa, ora basta a andare a recuperare la seconda macchina. Sviluppo complessivo 12 km, disl. circa 600 metri.

Getting there:

Si posteggia la prima auto lungo la statale n 12 in località Cadino nel parcheggio della pista ciclabile , a 300 metri a ovest della concessionaria di auto Rotalnord. Con la seconda macchina si prosegue fino a Salorno , quindi si prende la strada in direzione di Bucholz : al 4° tornante in loc. Ceschiri si imbocca una strada forestale che torna indietro e porta nei pressi del Maso Tiefenthalerhof , dove si parcheggia nelle piazzole antistanti il segnale di divieto.

Arrival by train, car, foot or bike

Similar tours nearby


  • SAT 409. Zise e Roccolo del Sauch
    easy
    Zise e Roccolo del Sauch (SAT 409)
  • easy
    To Lago Santo
  • SAT 507 Roveré della Luna-Rif. Malga Kraun. Pianizzia
    moderate
    Roveré della Luna - Rif. Malga Kraun ...
  • Giro delle Cime. Tratto Plon-Aiseli. Panorama sulla Val d'Adige
    difficult
    Giro delle cime (SAT footpaths ...
  • SAT 500 Mezzocorona-Monte. Lo slargo con la croce che segna la fine del sentiero
    moderate
    Mezzocorona - Monte (SAT footpath 500)
  • SAT 506 Monte-Bait dei Manzi-Aiseli. Bait dei Manzi e dei Boscheri
    moderate
    Monte - Bait dei Manzi - Aiseli (SAT ...
  • moderate
    Trekking al Rifugio Malga Kraun
Difficulty easy
Distance 5.8 km
Duration 2:30 h
Ascent 263 m
Descent 865 m

Weather Today

Statistics

: hrs.
 km
 m
 m
Highest point
 m
Lowest point
 m
Show elevation profile Hide elevation profile
For changing the range of view, push the arrows together.


You may also like ...

370 Results

Cima Croz dell'Altissimo

The cliff over Molveno.  

Rifugio Croz dell'Altissimo - Val Perse - Rifugio Tuckett

Into the wild heart of Brenta Dolomites.  

Andalo - Piz Galin

Conquering Piz Galin, the mount dominating Andalo.    

Andalo - cima Paganella - Andalo

Conquering cima Paganella!

Trekking al Rifugio Orso Bruno

Sali in cima al Monte Vigo, dove camminare fa rima con sognare.

Ponale Trail: The top trek in Garda Trentino

The Ponale Trail is the best known and most popular in Garda...

Rundwanderung mit Besteigung des Kornigls, der Schöngrub und der...

Erlebnisreiche Tagestour, die die schönsten Gipfel und Grate der...

Giuel (SAT 602C)

Sentiero nel bosco che dalla località Piani giunge fino al punto...

La Via Imperiale

The Via Imperiale from the Sporeggio Valley to Banale; a real and...

The Old Pinza Road

 From Campi to Riva del Garda along one of the historic roads of...

Trekking of San Valentino and the Fort of Tenna

Wanderung zur Ponte dell’Orco

Diese leichte Route, was die körperliche Anstrengung und die...

Trekking "Croz di Primalunetta"

It is a trekking that brings together nature and culture in an...

Cima Canfedin

Wonderful tour, with 360° views on the whole Trentino.

Laghi Corvo

Rinomato itinerario naturalistico-escursionistico in alta Val di...

Cima Lancia - Gruppo Presanella

Per i più esperti e allenati proponiamo, invece del ritorno per la...

Cima Croz dell'Altissimo

The cliff over Molveno.  

Read more ...

Rifugio Croz dell'Altissimo - Val Perse - Rifugio Tuckett

Into the wild heart of Brenta Dolomites.  

Read more ...

Andalo - Piz Galin

Conquering Piz Galin, the mount dominating Andalo.    

Read more ...

Andalo - cima Paganella - Andalo

Conquering cima Paganella!

Read more ...

Trekking al Rifugio Orso Bruno

Sali in cima al Monte Vigo, dove camminare fa rima con sognare.

Read more ...

Ponale Trail: The top trek in Garda Trentino

The Ponale Trail is the best known and most popular in Garda...

Read more ...

Rundwanderung mit Besteigung des Kornigls, der Schöngrub und der...

Erlebnisreiche Tagestour, die die schönsten Gipfel und Grate der...

Read more ...

Giuel (SAT 602C)

Sentiero nel bosco che dalla località Piani giunge fino al punto...

Read more ...

La Via Imperiale

The Via Imperiale from the Sporeggio Valley to Banale; a real and...

Read more ...

The Old Pinza Road

 From Campi to Riva del Garda along one of the historic roads of...

Read more ...

Trekking of San Valentino and the Fort of Tenna

Read more ...

Wanderung zur Ponte dell’Orco

Diese leichte Route, was die körperliche Anstrengung und die...

Read more ...

Trekking "Croz di Primalunetta"

It is a trekking that brings together nature and culture in an...

Read more ...

Cima Canfedin

Wonderful tour, with 360° views on the whole Trentino.

Read more ...

Laghi Corvo

Rinomato itinerario naturalistico-escursionistico in alta Val di...

Read more ...

Cima Lancia - Gruppo Presanella

Per i più esperti e allenati proponiamo, invece del ritorno per la...

Read more ...

Mountain tour